Epatologia.net

Epatologia

La malattia cardiovascolare nei pazienti con steatosi epatica non-alcolica è risultata essere associata a tradizionali fattori di rischio cardiovascolari, ma anche a fattori non-tradizionali come l'au ...


La prognosi dei pazienti non-trattati con carcinoma epatocellulare è eterogenea, e i dati di sopravvivenza sono stati principalmente ottenuti da bracci di controllo di studi randomizzati. È stata ...


Il virus dell'immunodeficienza umana ( HIV ) e la coinfezione da virus dell'epatite amplificano e accelerano il danno epatico. I microRNA ( miRNA ) sono piccoli RNA regolatori suggeriti come biomarc ...


È stata confrontata l'efficacia della chemioembolizzazione transarteriosa ( TACE ) e della ablazione con radiofrequenza ( RFA ) per il trattamento di carcinomi epatocellulari ( HCC ) di piccole dimens ...


Lo sviluppo della fibrosi portale che segue il carico di ferro degli epatociti è la prima fase della fibrogenesi nella emocromatosi ereditaria. In altre epatopatie croniche è stato dimostrato che un ...


L’alfa-fetoproteina ( AFP ) è il biomarcatore più utilizzato per la sorveglianza del carcinoma epatocellulare, criticato perché né sensibile né specifico nella epatite attiva e nella cirrosi epatica. ...


L’utilità dello screening di biomarcatori sierici infiammatori del gradiente di pressione venoso epatico si basa sul fatto che l'ipertensione portale è patogeneticamente correlata al danno epatico e a ...


L’epatotossicità indotta da Isoniazide rimane una delle più comuni cause di danno epatico idiosincratico farmaco-indotto e di insufficienza epatica. Questa forma di danno epatico non è ritenuta immuno ...


L’epatite alcolica grave ha una prognosi sfavorevole a breve termine. Anche se le infezioni sono complicazioni frequenti della epatite alcolica, l'incidenza di aspergillosi invasiva e il suo impatto s ...


Il sovrappeso nella infanzia aumenta il rischio di sviluppo precoce della steatoepatite non-alcolica ( malattia del fegato grasso non-alcolico ), che può predisporre alla carcinogenesi. Uno studio h ...


I risultati di uno studio hanno mostrati che i pazienti con carcinoma epatocellulare di grandi dimensioni che sono sottoposti a resezione chirurgica presentano una sopravvivenza globale superiore risp ...


L'esistenza di un legame patogenico diretto tra infezione del virus della epatite C ( HCV ) e danno miocardico non è stata confermata. I ricercatori hanno studiato l'associazione tra condizioni mioc ...


Nonostante le prove che il microbiota intestinale sia coinvolto nella patogenesi dell'obesità, la sua composizione nei pazienti con steatosi epatica non-alcolica non è stata ben caratterizzata.Uno stu ...


L'eziologia della atresia delle vie biliari è sconosciuta. Dato che i modelli di anomalia potrebbero fornire indizi eziopatogenetici, sono stati utilizzati i dati del North American Childhood Liver Di ...


L’esito del sanguinamento da varici nei pazienti con carcinoma epatocellulare è sconosciuto. Sono stati confrontati gli esiti dopo emorragia da varici nei pazienti con e senza carcinoma epatocellulare ...


Sono necessari ampi studi basati sulla popolazione per stabilire con precisione l'epidemiologia e il decorso della malattia nei pazienti con colangite sclerosante primaria. Sono stati utilizzati i dat ...


Ci sono state diverse segnalazioni circa l'associazione clinica tra diabete mellito di tipo 2 e steatosi epatica non-alcolica.Tuttavia, la maggior parte degli studi era sugli effetti unilaterali del d ...


Studi asiatici hanno dimostrato un tasso di sopravvivenza a 5 anni circa del 70% dopo la resezione di carcinoma epatocellulare di dimensioni minori o uguali a 2 cm. Gli esiti di studi occidentali sull ...


Uno studio ha mostrato che la riacutizzazione della epatite C cronica peggiora la fibrosi e la necroinfiammazione, ma la maggior parte dei pazienti risponde alla terapia a base di Interferone.I ricerc ...


La trasmissione da madre a figlio è la principale causa di infezione da virus dell'epatite C ( HCV ) nei bambini.La trasmissione da madre a figlio del virus HCV è definita come la trasmissione che si ...


L’infezione da virus della epatite C ( HCV ) è un potente fattore di rischio per la ricorrenza post-operatoria del carcinoma epatocellulare.Tuttavia, sono disponibili pochi dati sull’impatto della car ...


Uno studio ha confrontato l’ablazione con radiofrequenza ( RFA ) con o senza chemioembolizzazione transcatetere arteriosa ( TACE ) nel trattamento del carcinoma epatocellulare.Lo studio randomizzato e ...


È stato raccomandato il trattamento precoce per il carcinoma epatocellulare per via del suo alto tasso di guarigione. Tuttavia, i benefici di sopravvivenza riportati dal trattamento precoce per il tum ...


Il sovradosaggio da Paracetamolo ( Acetaminofene, Tachipirina ) è la causa più frequente di insufficienza epatica indotta da farmaci. Si ritiene che la chinasi N-terminale c-Jun ( JNK ) svolga un ruol ...


La normalizzazione della fosfatasi alcalina sierica ( SAP ) ha recentemente dimostrato di essere correlata a una migliore prognosi nella colangite sclerosante primitiva. È stato valutato l'impatto del ...


I pazienti con epatite C che hanno raggiunto una risposta virologica sostenuta ( SVR ) dopo trattamento presentano un minor rischio di sviluppare diabete mellito di tipo 2.Ricercatori della Brown Univ ...


Uno studio ha valutato i risultati di 10 anni di ablazione a radiofrequenza come terapia di prima linea del carcinoma epatocellulare in stadio precoce con l'analisi dei fattori prognostici.Nel periodo ...


La radioembolizzazione con Ittrio-90 o (90)Y è una procedura microembolica comunemente utilizzata nei pazienti con carcinoma epatocellulare con trombosi della vena porta.Sono state analizzate le funzi ...


Le fluttuazioni del HCV RNA potrebbero essere clinicamente significative in un numero ragguardevole di pazienti con infezione da virus della epatite C ( HCV ). E’ stata condotta una revisione retro ...


È stata confrontata la sopravvivenza tra la resezione chirurgica e l'ablazione con radiofrequenza in pazienti con carcinoma epatocellulare allo stadio Barcelona Clinic Liver Cancer ( BCLC ) molto prec ...


La radioembolizzazione è una forma di brachiterapia in cui microsfere caricate con 90Y ( Ittrio ), iniettate per via intra-arteriosa, fungono da sorgenti di radiazioni ad attività interna.Questa tecni ...


Sebbene la maggior parte dei tumori siano considerati prevalentemente processi sistemici, questo potrebbe non valere per il carcinoma epatocellulare.La letteratura per quanto riguarda i modelli di pro ...


Il clustering familiare per il carcinoma epatocellulare è stato spesso riportato nei Paesi dell'est asiatico, dove l'infezione da epatite B è comune.Poco si sa sulla relazione tra storia familiare di ...


È stato dimostrato che i farmaci anti-infiammatori non-steroidei ( FANS ) riducono l’infiammazione e il rischio di molti tumori, ma il loro effetto sul rischio di carcinoma epatocellulare e decesso pe ...


Uno studio ha valutato se la misurazione di Dickkopf-1 ( DKK1 ) sierica fosse in grado di migliorare l'accuratezza diagnostica per il carcinoma epatocellulare.Sono stati analizzati i dati di pazienti ...


Il trapianto di fegato da donatore vivente rappresenta una valida alternativa al trapianto di fegato da donatore deceduto per i pazienti con malattie correlate al virus della epatite ( HCV-correlate ) ...


Il sanguinamento attivo è uno scarso indicatore prognostico nei pazienti con sanguinamento acuto da varici esofagee. Uno studio ha avuto come obiettivo quello di determinare gli indicatori di nuovo sa ...


I dati quantitativi basati sulla popolazione relativi all’incidenza di mortalità e di cancro nella epatite autoimmune, cirrosi biliare primaria e colangite sclerosante primitiva sono scar ...


Uno studio ha identificato un biomarcatore in grado di migliorare la prestazione della alfa-fetoproteina ( AFP ) nella sorveglianza del carcinoma epatocellulare ( HCC ) tra i pazienti con cirrosi.&Egr ...


Il consumo di Caffeina del caffè è associato a ridotta incidenza di fibrosi epatica nei pazienti con malattie croniche del fegato, come l'epatite C.L'associazione di consumo di Caffeina ...


Esistono dati limitati sul danno epatico farmaco-indotto associato a statine. Sono stati analizzati i rapporti sulle reazioni avverse sospettate di essere causate da statine ricevuti dal Swedish Adver ...


Il fumo è stato identificato come potenziale fattore di predisposizione per la cirrosi biliare primaria. Tuttavia, non è chiaro come sia associato con la malattia nella sua forma pi&ugra ...


Nei pazienti con carcinoma epatocellulare entro i criteri di Milano, il trapianto di fegato può essere la migliore opzione terapeutica. Tuttavia, la mancanza di organi porta a tentare la resezi ...


I pazienti con lesioni epatiche acute / insufficienza epatica acuta sono considerati avere una diatesi emorragica sulla base di un valore INR elevato ( rapporto normalizzato internazionale ); tuttavia ...


I pazienti con cirrosi e carcinoma epatocellulare di piccole dimensioni con bilirubina normale e gradiente di pressione venosa epatica inferiore a 10 millimetri Hg hanno una sopravvivenza a 5 anni mag ...


La coinfezione da virus dell'epatite C ( HCV ) è una delle principali cause di mortalità nei pazienti infettati da virus dell'immunodeficienza umana ( HIV ).L'attuale standard di cura &e ...


I pazienti con infezione cronica da virus dell’epatite C ( HCV ) presentano un’alta incidenza di difetti di perfusione del miocardio, che migliorano con il trattamento antivirale.I ricerca ...


Il prolungamento dell'intervallo QT è frequente nella cirrosi, e condizioni stressanti potrebbero ulteriormente prolungare il QT.L’obiettivo dei Ricercatori dell’Università di Bologna è stato quello d ...


La sindrome dismetabolica da sovraccarico di ferro è riscontrata frequentemente nella popolazione generale, dal momento che viene rilevata in circa un terzo dei pazienti con steatosi epatica no ...


Nei pazienti con cirrosi e ascite refrattaria il ruolo dei beta-bloccanti nello sviluppo della disfunzione circolatoria paracentesi-indotta è sconosciuto. L’obiettivo di uno studio &egrav ...



2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer