Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

Steatosi epatica non-alcolica come predittore precoce di diabete mellito di tipo 2 negli uomini


Ci sono state diverse segnalazioni circa l'associazione clinica tra diabete mellito di tipo 2 e steatosi epatica non-alcolica.
Tuttavia, la maggior parte degli studi era sugli effetti unilaterali del diabete mellito di tipo 2 sulla steatosi epatica non-alcolica, mentre sono rari gli studi sulla relazione inversa.
Pertanto, è stato progettato uno studio per studiare l'effetto della steatosi epatica non-alcolica sul diabete di tipo 2.

È stato condotto uno studio prospettico di coorte su 25.232 uomini coreani senza diabete mellito di tipo 2 per 5 anni.

Sono stati controllati i vari fattori metabolici tra cui glicemia a digiuno ed emoglobina glicosilata ( HbA1c ), ed è stato monitorato lo sviluppo del diabete mellito di tipo 2.
Il tasso di incidenza di diabete di tipo 2 è stato confrontato in base al grado di steatosi epatica non-alcolica ( normale, lieve e da moderato a grave ) ed è stato misurato l'hazard ratio ( HR ) di steatosi epatica non alcolica sul diabete mellito di tipo 2.

Il tasso di incidenza di diabete di tipo 2 è aumentato in base al grado di steatosi epatica non-alcolica ( normale: 7.0%, lieve: 9.8%, da moderato a grave: 17.8%, P minore di 0.001 ).

Anche dopo aggiustamento per altre covariate multiple, l’hazard ratio per lo sviluppo di diabete mellito di tipo 2 è stato più alto nel gruppo con steatosi epatica non-alcolica lieve ( HR=1.09 ) e nel gruppo con steatosi epatica non-alcolica da moderata a grave ( HR=1.73 ), rispetto al gruppo normale, rispettivamente ( P per trend minore di 0.001 ).

In conclusione, lo sviluppo del diabete mellito di tipo 2 è, potenzialmente, maggiormente associato alla steatosi epatica non-alcolica più progressiva rispetto a uno stato normale o lieve. Inoltre, la steatosi epatica non-alcolica era un fattore di rischio indipendente per lo sviluppo futuro di diabete mellito di tipo 2.
Questi risultati indicano che la steatosi epatica non-alcolica è un potenziale predittore precoce di diabete mellito di tipo 2 negli uomini. ( Xagena2013 )

Park SK et al, Hepatology 2013; 57: 4: 1378-1383

Gastro2013 Endo2013



Indietro