Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

Bassi livelli sierici di vitamina D 25-OH sono correlati a fibrosi grave nella infezione da HIV-HCV ed epatite cronica


Recenti scoperte sui pazienti monoinfettati da virus della epatite C ( HCV ) hanno mostrato una correlazione tra bassi livelli sierici di vitamina D3 25-OH ( 25(OH)D3 ) e fibrosi epatica grave e bassa risposta virologica sostenuta alla terapia.
Mancano i dati su pazienti coinfettati da virus HIV e HCV ( HIV-HCV ).

Sono stati analizzati 189 pazienti co-infettati con HIV e HCV che hanno ricevuto 80% o più della terapia con Interferone ( IFN ) più Ribavirina, per valutare i livelli plasmatici basali di 25-OH-D3. Sono state analizzate le correlazioni tra livelli sierici di 25-OH-D3, caratteristiche della epatite cronica C, risposta virologica di HCV alla terapia antivirale, e caratteristiche della infezione da HIV.

Il livello sierico medio di 25-OH-D3 è risultato pari a 18.5 ng/ml, includendo 162 pazienti ( 85% ) con un livello di 30 ng/ml.

I livelli sierici di 25-OH-D3 erano significativamente correlati al punteggio istologico Metavir della fibrosi ( r =-0.16, P=0.027 ).
I pazienti con forma grave di fibrosi ( Metavir F3/F4 ) avevano più bassi livelli plasmatici di 25-OH-D3, rispetto ai pazienti F2 e F1 ( 16.2 vs 18.9 e 20.9 ng/ml, rispettivamente, P=0.06 ).

All'analisi multivariata, bassi livelli sierici di 25-OH-D3 sono risultati indipendentemente associati alla fibrosi epatica grave ( P=0.04 ) e alla stagione fredda ( P=0.0002 ).
I livelli sierici di 25-OH-D3 erano significativamente correlati alla fibrosi epatica come valutato dal FibroTest ( r= -0.22, P=0.008 ) e dai livelli di alfa 2-macroglobulina sierica ( r=-0.23, P=0.006 ).

Per contro, nessuna correlazione è stata trovata tra i livelli di 25-OH-D3 e la risposta virologica sostenuta del virus HCV alla terapia a base di Interferone ( OR=0.98, P=0.22 ).
Nessuna associazione è stata trovata tra 25-OH-D3 e marcatori di immunodeficienza correlata ai livelli del virus HIV.

In conclusione, nei pazienti con coinfezione HIV-HCV, bassi livelli sierici di 25-OH-D3 sono risultati correlati a grave fibrosi epatica.
Al contrario, i livelli sierici di 25-OH-D3 non erano correlati alla risposta virologica di HCV alla terapia o alla gravità dell’immunodeficienza. ( Xagena2011 )

Terrier B et al, J Hepatol 2011; 55: 756-761



Gastro2011 Inf2011



Indietro