Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

Concentrazioni alterate di aminoacidi nella steatosi epatica non-alcolica: impatto dell'obesità e della resistenza all'insulina


Le concentrazioni plasmatiche di aminoacidi, in particolare gli aminoaciti a catena ramificata ( BCAA ), risultano spesso aumentate nella malattia del fegato grasso non-alcolico ( NAFLD; steatosi epatica non-alcolica ); tuttavia, non è chiaro se ciò sia dovuto all'aumento del catabolismo proteico muscolare, obesità e/o aumento della resistenza all'insulina ( IR ) o al metabolismo tissutale compromesso.

Si è valutato se i soggetti con steatosi epatica non-alcolica senza obesità ( NAFLD-NO ) rispetto a quelli con obesità ( NAFLD-Ob ) presentino livelli plasmatici alterati di aminoacidi, rispetto ai controlli, e se le concentrazioni di aminoacidi siano associate a resistenza all'insulina e a istologia epatica.
È noto che le concentrazioni di acido glutammico, serina e glicina sono alterate nella steatosi epatica non-alcolica.

Poiché questi aminoacidi sono coinvolti nella sintesi del glutatione, si è ipotizzato che potrebbero essere correlati alla gravità della steatosi epatica non-alcolica.

È stato quindi misurato il profilo aminoacidico di 44 soggetti con steatosi epatica non-alcolica senza diabete e con biopsia epatica ( 29 NAFLD-NO e 15 NAFLD-Ob ) e 20 controlli senza obesità, mediante gascromatografia-spettrometria di massa, valutazione del modello di omeostasi dell'insulino-resistenza, IR epatica ( Hep-IR; Hep-IR=produzione endogena di glucosio x insulina ) e nuovo indice glutammato-serina-glicina ( GSG ) ( glutammato / serina + glicina ) ed è stata cercata un'associazione con l'istologia epatica.

La maggior parte degli aminoacidi è aumentata solo nei soggetti con NAFLD-Ob.
Solo l'alanina, il glutammato, l'isoleucina e la valina, ma non la leucina, sono risultati aumentati nei soggetti NAFLD-NO rispetto ai controlli.

Il glutammato, la tirosina e l'indice GSG erano correlati con Hep-IR.

L'indice GSG è risultato correlato con gli enzimi epatici, in particolare la gamma-glutamiltransferasi ( R=0.70 ), indipendente dall'indice di massa corporea ( BMI ).

La degenerazione degli epatociti rigonfi ( ballooning epatocitario ) e/o l'infiammazione alla biopsia epatica sono state associate ad aumentati livelli plasmatici di aminoaciti a catena ramificata e aminoacidi aromatici, e sono state moderatamente associate all'indice GSG, mentre solo il nuovo indice GSG è stato in grado di discriminare la fibrosi F3-4 da F0-2 in questa coorte.

In conclusione, aumentate concentrazioni di aminoacidi nel plasma sono state osservate principalmente in soggetti con obesità e steatosi epatica non-alcolica, probabilmente come conseguenza dell'aumento di resistenza all'insulina e del catabolismo delle proteine.
L'indice GSG è un possibile marcatore di gravità della malattia epatica indipendentemente dall'indice di massa corporea. ( Xagena2018 )

Gaggini M et al, Hepatology 2018; 67: 145-158

Gastro2018 Endo2018



Indietro