Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

Infezione da virus HCV: la riacutizzazione associata a esiti non-favorevoli


Uno studio ha mostrato che la riacutizzazione della epatite C cronica peggiora la fibrosi e la necroinfiammazione, ma la maggior parte dei pazienti risponde alla terapia a base di Interferone.

I ricercatori hanno valutato 82 pazienti con epatite cronica C, che avevano sperimentato esacerbazione acuta ( casi ) nel periodo 2005-2010 nel corso di un follow-up mediano di 36 mesi, con 82 controlli con infezione da HCV ma che non erano andati incontro a riattivazione.

Per 69 pazienti, il periodo osservazionale è stato superiore a 2 anni.

Il genotipo di HCV più frequente era il genotipo 2 ( 46.4% ), seguito dal genotipo 1 ( 43.9% ).
Il genotipo IL28B CC era significativamente più comune tra i casi ( 40.2% vs 24.4% dei controlli, p inferiore a 0.05 ).

Tra i casi con più di 2 anni di follow-up, il 43.5% è andato incontro a peggioramento secondo i profili ALT ( alanina amino transferasi ) prima e dopo esacerbazione, mentre il 56.5% ha mantenuto la propria condizione; nessun paziente ha mostrato miglioramento.

La biopsia epatica è stata effettuata prima dell'arruolamento e durante il follow-up in 23 casi e 31 controlli; la fibrosi è peggiorata nel 78.3% dei casi e nel 35.5% dei controlli ( P inferiore a 0.005 ).
Non sono emersi cambiamenti dello stato fibrotico nel 21.7 % dei casi e nel 64.5 % dei controlli.

Il punteggio HAI-NI ( necroinfiammazione ) è aumentato di 2 o più punti nel 60.9% dei casi e nel 9.6% dei controlli ( P inferiore a 0.005 ).

Il PegInterferone e la Ribavirina sono stati somministrati a 32 casi e a 38 controlli.
La risposta virologica sostenuta si è verificata, rispettivamente, nel 81.2% e nel 60.5 % dei pazienti.
Tutti i casi con genotipo IL28B CC hanno raggiunto risposta virologica sostenuta, indipendentemente dal genotipo HCV.

L’esacerbazione acuta della epatite C cronica è un evento clinico spesso associato al genotipo 2 di HCV e al genotipo IL28B CC, ed è correlata ad esito non-favorevole.
Tuttavia , la maggior parte dei pazienti con esacerbazione acuta vanno incontro, dopo terapia antivirale, a risposta virale sostenuta, probabilmente a causa della risposta immunitaria cellulo-mediata che può favorire la clearance del virus HCV. ( Xagena2013 )

Fonte: Clinical Gastroenterology Hepatology, 2013

Gastro2013 Inf2013 Farma2013


Indietro