Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

L’isosorbide mononitrato è efficace nella prevenzione del primo sanguinamento delle varici nei pazienti che non possono ricevere i beta-bloccanti ?


I beta-bloccanti non selettivi sono farmaci molto efficaci nel prevenire il primo sanguinamento delle varici nei pazienti con cirrosi.
Tuttavia il 15-25% dei pazienti presentano controindicazioni o sviluppano gravi effetti indesiderati che precludono l’impiego di questi farmaci.
Lo studio ha valutato se l’uso dell’Isorbide-5-mononitrato fosse efficace nel prevenire il sanguinamento delle varici nei pazienti con controindicazioni o che non possono tollerare i beta-bloccanti.
Un totale di 133 pazienti cirrotici, consecutivi, con varici gastroesofagee e controindicazioni o intolleranza ai beta-bloccanti sono stati inclusi nello studio multicentrico, prospettico, randomizzato, in doppio cieco, controllato.
Sessantasette pazienti sono stati randomizzati a ricevere l’Isosorbide mononitrato, mentre 66 hanno ricevuto placebo.
Non ci sono state significative differenze nella probabilità a 1 o 2 anni di primo sanguinamento delle varici gastroesofagee tra i due gruppi di trattamento. La presenza di segni rossi delle varici all’endoscopia era la sola variabile indipendente associata ad un aumentato rischio di sanguinamento delle varici nel periodo di follow-up (rischio relativo: 3,4 ; P < 0.01).
La sopravvivenza e gli eventi avversi sono risultati simili in entrambi i gruppi.
Non ci sono state differenze significative nell’incidenza di ascite o di cambiamenti nella funzione renale.
Pertanto l’Isosorbide-5-mononitrato non è stato in grado di ridurre l’incidenza di primo sanguinamento delle varici nei pazienti con cirrosi e varici esofagee, che non possono essere trattati con i beta-bloccanti a causa delle controindicazioni o intolleranza a questi farmaci.


Garcia-Pagan JC et al, Gastroenterology 2001; 121: 908-914

Xagena 2001


Indietro