Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

Resezione del tumore epatocellulare


Studi asiatici hanno dimostrato un tasso di sopravvivenza a 5 anni circa del 70% dopo la resezione di carcinoma epatocellulare di dimensioni minori o uguali a 2 cm.
Gli esiti di studi occidentali sulla resezione non sono stati così buoni.
Inoltre, l'ablazione di carcinoma epatocellulare minore o uguale a 2 cm ha mostrato risultati competitivi, lasciando non-chiarito il ruolo della resezione in questi pazienti.

Sono stati rivisti i dati di pazienti sottoposti a resezione in due Centri occidentali nel periodo 1990-2009.
Sono stati inclusi i pazienti con un singolo carcinoma epatocellulare minore o uguale a 2 cm secondo le analisi patologiche.

Lo studio ha incluso 132 pazienti con un follow-up medio di 37.5 mesi.

C'è stato un caso ( meno dell’1% ) di mortalità a 90 giorni.
Ci sono stati 32 decessi, con una sopravvivenza media di 74.5 mesi ed un tasso di sopravvivenza a 5 anni del 70% ( 63% nei pazienti con cirrosi ).

Il tempo medio alla recidiva è stato di 31.6 mesi e il tasso di recidiva a 5 anni è stato del 68%.

La presenza di noduli satelliti ( hazard ratio, HR=2.46; P= 0.031 ) e la conta piastrinica minore di 150.000/microl ( HR=2.37; P=0.026 ) sono state indipendentemente associate con la sopravvivenza.

La presenza di noduli satelliti ( HR=2.79; P=0.003 ), la cirrosi ( HR=2.3; P=0.010 ) e la resezione non-anatomica ( HR=1.79; P=0.031 ) è risultata indipendentemente associata a recidiva.

I pazienti con un singolo carcinoma epatocellulare inferiore o uguale a 2 cm e conta piastrinica maggiore o uguale a 150.000/microl hanno raggiunto una sopravvivenza media di 138 mesi, e un tasso di sopravvivenza a 5 anni dell’81%, rispettivamente.

In conclusione, la resezione di un carcinoma epatocellulare minore o uguale a 2 cm è sicura e permette di ottenere ottimi risultati nei Centri di cura occidentali.
La recidiva continua ad essere un problema significativo.
La presenza di noduli satelliti, la conta piastrinica, la resezione anatomica e la cirrosi sono associate con gli esiti dopo la resezione, anche tra questi tumori precoci.
La resezione dovrebbe continuare a essere considerata una modalità di trattamento primaria nei pazienti con un piccolo carcinoma epatocellulare e funzione epatica ben conservata. ( Xagena2013 )

Roayaie S et al, Hepatology 2013; 57: 4: 1426-1435

Onco2013 Gastro2013 Chiru2013



Indietro